CUNEO CRONACA - Che ne sarà del nostro turismo? Difficile, oggi, dare una risposta certa che possa inquadrare con precisione tempi e modi di ripresa. Se le aziende del settore soffrono e si vedono costrette a misurarsi con un presente infruttuoso ed futuro incerto, una soluzione esiste e risiede nella capacità di riprogrammare, di pianificare ed evolvere.

E’ proprio in questa prospettiva che si inserisce il programma di rilancio del turismo italiano promosso dalla Camera di commercio di Nizza e della Costa Azzurra, che sponsorizza le destinazioni di prossimità con l’iniziativa Itineraritaliani. "E’ senza dubbio la prospettiva alla quale andiamo incontro: le vacanze vicino a casa, possibilmente in spazi aperti e poco affollati” spiega la presidente, Patrizia Dalmasso, che originaria della provincia di Cuneo, conosce bene l’offerta turistica del territorio del basso Piemonte che si candida, insieme alla Liguria ed alle colline Toscane, quale meta prediletta per i francesi della Riviera, per il dopo Coronavirus.

Così la Camera di commercio Italiana di Nizza, nell’ambito del progetto Itineraritaliani, ha pensato di realizzare uno strumento agile, chiaro e utile per il settore: "Visitez L’Italie" è una guida cartacea, in lingua francese, che contiene consigli sulle mete da visitare e sulle strutture turistiche di prossimità con descrizioni, e indirizzi utili. Grazie alla preziosa collaborazione con i giovani sviluppatori di Advera Group, la guida assumerà inoltre le sembianze di una vera e propria app, scaricabile dagli store Apple e Google e consultabile anche da smartphone. Sarà possibile scegliere la destinazione in base alla percorrenza chilometrica, o in relazione alla regione geografica e si potranno così consultare i servizi turistici di quella zona, dove dormire, cosa fare (un giro in mountain bike o un’esperienza in barca a vela?) e dove mangiare.

"Anche se oggi non è dato sapere cosa ci attenderà nei prossimi mesi, non c’è alcun dubbio che i francesi, che già sognano un posto in prima fila per valicare la frontiera, privilegeranno destinazioni italiane di prossimità" racconta il direttore della Camera di Commercio, Agostino Pesce. La guida Visitez L’Italie, che sarà inaugurata ad inizio estate, si propone l’obiettivo non solo di colmare l’attuale vuoto turistico con una concreta azione di comunicazione e promozione per le strutture, ma anche e soprattutto di porsi come uno strumento duraturo consultabile nel tempo e a cui i francesi della Costa Azzurra, ce lo garantiscono, si affezioneranno.

“Si tratta di un’azione concreta per tutto il settore a fronte di un investimento minimo da parte dell’azienda: la Camera di Commercio si prenderà infatti in carico l’80% dei costi del progetto” aggiunge il direttore, Agostino Pesce. Per maggiori informazioni sull’iniziativa, che nel solo mese di aprile ha visto già più di trenta imprese aderenti tra alberghi, relais, agriturismi, cantine, resort e agenzie di turismo esperienziale, occorre contattare la Camera di Commercio Italiana di Nizza, e nello specifico il responsabile del progetto, Giacomo Rinaudo, giacomo@ccinice.org.

(Foto tratta dal sito della Camera di commercio italiana di Nizza e della Costa Azzurra)