CUNEO CRONACA - Il presidente dell'Atl del Cuneese, Mauro Bernardi, in occasione della conferenza lancio ha commentato: “In un momento in cui l'Italia e il mondo desiderano ripartire, l'Azienda Turistica Locale del Cuneese è pronta a riposizionarsi sul mercato turistico, grazie ad un viaggio intrapreso all'insegna del rinnovamento. Il turismo deve guardare al futuro con ottimismo".

L’Atl del Cuneese da sempre promuove il proprio territorio ad un pubblico vasto ed eterogeneo, curando i turisti già affezionati con proposte ad hoc e cercando di stuzzicare anche chi, magari per la prima volta, pensa al Cuneese come meta per la propria vacanza.

Il grande lavoro di pianificazione promozionale dell’Atl di questo ultimo anno è partito dall’ideazione di un logo di destinazione. Un logo facilmente riconoscibile che faccia da ponte tra il passato e il futuro. Un logo che lasci trasparire la passione per la propria storia e l'aspirazione di incoraggiare i turisti a scoprire e riscoprire i tesori del Cuneese in qualsiasi stagione dell'anno.

Un ruolo importante lo giocano i colori che fanno da trait d'union con il logo aziendale dell'Atl del Cuneese. Tonalità che rispecchiano le molte anime del Cuneese e che ricordano le sue stagioni chiave: il verde ricorda l’estate e l’azzurro l’inverno, mentre il caldo colore arancione ricorda la primavera e l’autunno. Questi colori richiamano altresì elementi attrattivi come il sole e la neve, la natura, la gastronomia e le città d'arte. Il Cuneese è infatti meta turistica adatta a ogni stagione e le sue meraviglie possono essere scoperte in sella alla bici, oppure indossando un paio di sci o semplicemente andando a passeggio. Il Cuneese è in grado di lasciare un ricordo indelebile nel cuore di tutti i visitatori grazie alla sua autenticità e ricchezza.

La novità più curiosa del logo è il pittogramma che lo contraddistingue: la Sassifraga dell'Argentera (Saxifraga florulenta). Questa pianta simbolo del territorio, già identificativa della Regione Piemonte in quanto pianta autoctona, è di una bellezza rara e sfuggente, ma allo stesso tempo testimonia la tenacia e la caparbietà della gente cuneese che nei secoli ha saputo coccolare questa terra, raccoglierne i frutti, tracciarne sentieri e filari, celebrarla con pievi e abbazie, onorarla con castelli e residenze.

La sua tipica rosetta cresce tra le rocce e mostra il suo splendore fin dall'antichità dei tempi: un tratto distintivo che unisce dunque ancora una volta passato, presente e futuro. La forma di questa piccola meraviglia della natura è stata ridisegnata con un tratto semplice e facilmente riconoscibile per veicolare un messaggio altrettanto facile e identificativo: come la pianta, anche il Cuneese gode di una rara bellezza che desidera caparbiamente palesarsi al mondo.

La tenacia della Sassifraga e la sua perfezione geometrica sono le caratteristiche che hanno portato all'unanime scelta di questo pittogramma che ricorda nei suoi lineamenti anche il rosone di una chiesa antica, con un accenno dunque alle bellezze artistiche del Cuneese, così come ricorda l’esplosione dei raggi del sole o i fiocchi di neve invernali. Si tratta dunque di un logo inclusivo rispetto a tutte le anime del territorio di competenza dell’Atl del Cuneese, realizzato in versione statica e dinamica, utilizzabile anche sui materiali video.  

"Valli Alpine e Città d'Arte" è il payoff che accompagna il logo di destinazione. Poche parole, dirette, che da sempre rappresentano il territorio di competenza dell’Atl del Cuneese. Le valli, le Alpi, le città e l'arte. Luoghi diversi, uniti da una costante: l'indiscutibile fascino. Una caratteristica, l'arte, che si respira ovunque nel Cuneese, testimonianza marcata del passato e di un presente in continuo fermento, a favore di chi il territorio lo vive oggi e lo vivrà domani. 

Il lancio del logo di destinazione è preludio di un grande lavoro di rinnovamento d’immagine che porterà l’Atl e il territorio di competenza a godere di un nuovo portale di presentazione dell’offerta turistica. Il nuovo e avanguardistico sito internet, sul quale l’ATL sta lavorando da alcuni mesi, sarà online nel corso del 2021: una nuova vetrina che saprà sicuramente catturare l’attenzione di utenti e operatori del settore interessati a scoprire o riscoprire nuove destinazioni. In questa nuova vetrina, ogni singolo elemento grafico del pittogramma avrà un ruolo e sarà strettamente correlato al contenuto pubblicato.

Con l’utilizzo del logo di destinazione, l’Atl pone dunque le basi per una nuova comunicazione coordinata e coesa che porterà idealmente sempre il pensiero alla Sassifraga e, quindi, alla destinazione turistica cuneese.