La Regione Piemonte ha comunicato lo stato di massima pericolosità per incendi boschivi a partire da giovedì 6 febbraio su tutto il territorio piemontese. A tal fine rende noto che (come da legge regionale 15/2018) in tale periodo di massima pericolosità "sono vietate, entro una distanza di cento metri dai terreni boscati, arbustivi e pascolivi, le azioni determinanti anche solo potenzialmente l’innesco di incendio ed è vietata qualunque generazione di fiamma libera non controllabile nel tempo e nello spazio". La sospensione dello stato di massima pericolosità sarà stabilita dalla Regione Piemonte al cessare delle condizioni meteorologiche di rischio.

Il 3 febbraio 2020 è risultato il giorno mediamente più caldo del mese di febbraio dal 1958 ad oggi, superando il precedente primato detenuto dal 27 febbraio 2019 che risulta ancora al primo posto per le temperature massime. Ha comunque fatto registrare i valori mediamente più elevati sulle zone pianeggianti: una settantina di termometri della rete di Arpa Piemonte (pari al 25% del totale) ha stabilito il primato di temperatura massima per il mese di febbraio con picco massimo di 27.3°C a Cumiana (Torino), mentre 9 termometri hanno superato il precedente record a livello regionale che era stato misurato a Cuneo Cascina Vecchia il 29 febbraio 2012 con 26.7 °C.