Un vero e proprio ufficio postale a domicilio grazie al progetto "portalettere a domicilio", già attivo nei comuni di Arguello, Gambasca, Canosio, Montemale di Cuneo, Briga Alta, Castelnuovo di Ceva, Gottasecca, Montezemolo, Perlo, Roascio, Castellar, Isasca, Valmala e Verduno.

Direttamente dalla propria abitazione e senza la necessità di recarsi all’ufficio postale, i cittadini dei comuni interessati potranno pagare i bollettini di conto corrente postale, ricaricare le carte PostePay e la scheda Sim del proprio cellulare, inviare raccomandate con ricevuta di ritorno e consegnare i pacchi da spedire (solamente confezioni Poste Delivery Standard).

Per prenotare la visita a domicilio del portalettere è sufficiente contattare il numero verde di Poste Italiane, 803.160, visitare il sito www.poste.it oppure intercettare direttamente il portalettere durante il suo giro di consegne.

Il progetto "portalettere a domicilio" è parte del programma dei dieci impegni per i Comuni italiani con meno di 5000 abitanti promosso dall’amministratore delegato, Matteo Del Fante, in occasione dell’incontro con i sindaci d’Italia dello scorso 26 novembre a Roma, e ribadisce la presenza capillare di Poste Italiane sul territorio e l’attenzione che da sempre l’Azienda riserva alle comunità locali e alle aree meno densamente popolate.

L'iniziativa è coerente con i principi Esg sull'ambiente, il sociale e il governo di impresa, rispettati dalle aziende socialmente responsabili, che contribuiscono allo sviluppo sostenibile del Paese.