Non solo il Keep Clean and Run+ (KCR+) è l’eco-trail contro l’abbandono dei rifiuti (littering) più lungo d’Italia, ma anche il più inclusivo: fino al giorno prima della partenza (4 maggio, da Crissolo, in provincia di Cuneo) è possibile unirsi per accompagnare di corsa o in bici l'albese Roberto Cavallo, "rifiutologo" e divulgatore ambientale, accompagnato dal suo allenatore Roberto Menicucci, aiutandoli a pulire l’ambiente in quello che si può considerare un lungo plogging, addirittura 730 km, dal Monviso al delta del Po, dal 4 al 10 maggio. 

La corsa, promossa da Aica (Associazione internazionale per la comunicazione ambientale) rappresenta l’evento centrale italiano della campagna europea “Let’s Clean Up Europe!” e muove i suoi primi passi proprio dal Piemonte: sabato 4 maggio, infatti, dopo un saluto all’alba al Re di Pietra e alla sorgente del Po, la partenza del Keep Clean and Run + è prevista da Crissolo alle 9,30 per passare poi attraverso Sanfront – dove avverrà un’azione di pulizia a cura delle associazioni locali - e arrivare a Saluzzo dove, oltre a un clean up organizzato nell’ambito della Settimana del Riuso, gli eco-atleti inforcheranno le bici, attraverseranno un altro clean up – questa volta a Casalgrasso - e faranno il loro ingresso nella provincia torinese arrivando a Carignano dove la sera è previsto un incontro pubblico con il sindaco Giorgio Albertino, il presidente di Covar14 Leonardo di Crescenzo e, come testimonial, il raftmaker Igor D’India, autore di documentari sui fiumi più inquinati del mondo.

La seconda tappa, domenica 5 maggio, prosegue di corsa e prevede di arrivare a Torino alle 12 presso la Casa dell’Ambiente per una grande azione di pulizia (che coinvolge Assessorato all’Ambiente, Green Office UniTo, Torino Club Canottaggio, UnitoGO). Giunti a Chivasso, presso il Parco fluviale del Bricel, avverrà un clean up in collaborazione con il comune e l’associazione Torresana in presenza di Andrea Fluttero, politico e imprenditore, già co-protagonista insieme a Roberto Cavallo del film “Meno 100 Kg”. Si arriverà la sera a Casale Monferrato per un dibattito pubblico presso il salone del consiglio comunale. La terza tappa, quella di lunedì 6 maggio, riparte con un’azione di pulizia da Piazza Castello a Casale, coinvolge in un clean up le scuole e il comune di Valenza con la ditta AMV, e incontra le autorità ad Alluvioni – Piovera, dopo 250 km in territorio piemontese. Da qui si entrerà in territorio lombardo verso Pavia, per poi proseguire e arrivare finalmente il 10 maggio al delta del Po.

Tutte le tappe sono consultabili (con orari e tracciato scaricabile) attraverso il road-book in costante aggiornamento, cliccando QUI. In questo modo chiunque può unirsi per accompagnare di corsa o in bici gli eco-atleti, o per prendere parte alle azioni di clean up organizzate in occasione dell’iniziativa. L’invito è quello di consultare il road-book completo e poi scrivere a serr@envi.info per iscriversi alla tappa desiderata e spiegare in quale modo si intende partecipare.

L’iniziativa vuole sensibilizzare la popolazione e i media sul fenomeno del littering, ponendo l’attenzione sull’origine di tali rifiuti. La scelta di incentrare l’evento sportivo negli eco-sistemi montano e marino, infatti, nasce dalla consapevolezza che oltre il 75% dell’inquinamento dei mari ha origine nell’entroterra e viene trasportato dai fiumi. La novità principale di questa edizione sarà quindi l’estensione del focus delle plastiche in mare anche ai fiumi. Per indagare tale fenomeno un team di ricercatori, guidati da Franco Borgogno, seguirà i due eco-runner durante la corsa e si occuperà di monitorare le acque del Po raccogliendo dati scientifici sullo stato di inquinamento. Infine, oltre alla pulizia del territorio in senso stretto, saranno anche messe in risalto le esperienze e le filiere virtuose di gestione e trattamento dei rifiuti.

Keep Clean and Ride ha ottenuto i patrocini nazionali del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e del Senato della Repubblica.

Partner dell’iniziativa sono Fondazione Cariplo, Tetra Pak, Mercatino, Fise Assoambiente, Utilitalia, Greentire, Comieco, Ricrea, Corepla, Coreve, CiAL e CONAI oltre alla partnership tecnica di E.R.I.C.A. Soc. Coop. e il supporto del Comitato promotore nazionale della SERR (Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti) composto da Comitato UNESCO, ANCI, Utilitalia, Legambiente e Città Metropolitane di Roma Capitale e di Torino.