CUNEO CRONACA - La studentessa dell’Istituto “Baruffi” si aggiudica la 16ª Borsa di studio Intercultura onlus ed avrà la possibilità di frequentare un anno scolastico in una high-school statunitense.

Nel corso di una apparentemente normale ora di lezione dell’Istituto “Baruffi” di Ceva, alla presenza della dirigente scolastica Mara Ferrero e dell’insegnante Nella Ceravolo, Erica Azzoaglio ha ufficialmente comunicato alla diretta interessata il nome della vincitrice della 16a Borsa di studio Intercultura Onlus sostenuta dal Banco Azzoaglio di Ceva.

Ad aggiudicarsi l’ambitissimo premio è stata la garessina Danila Andreis, che avrà così la possibilità di frequentare l’intero prossimo anno scolastico in una high-school statunitense. Un’autentica svolta nella vita scolastica, e non solo, della giovane studentessa e della sua famiglia, a cui si spalancano le porte di un’opportunità di crescita personale che non ha eguali.

“Nonostante il momento di oggettiva difficoltà del quale a oggi ancora non si vede la fine  – dichiara Erica Azzoaglio, presidente dell’omonimo Banco – abbiamo fortemente voluto confermare e sostenere anche quest’anno questa borsa di studio a cui siamo particolarmente legati. Quello che vogliamo lanciare è un messaggio di speranza nei confronti delle nuove generazioni a cui guardiamo con fiducia consapevoli che solo con un’adeguata educazione e un costruttivo confronto con gli altri, i giovani di oggi saranno cittadini pronti per il mondo di domani”.

Danila sarà la sedicesima studentessa che avrà la possibilità di vivere questa straordinaria esperienza coordinata da Intercultura Onlus che consente di imparare davvero una nuova lingua, ma soprattutto di mettere in gioco se stessi e la propria vita, traendone un indubbio e ineguagliabile arricchimento. È ormai un secolo che Intercultura promuove scambi culturali tra studenti in decine di Paesi di tutto il mondo ed ogni anno sono migliaia i ragazzi che, attentamente selezionati, trascorrono un anno a studiare nelle scuole ed a vivere in famiglie all’estero.

Nonostante il perdurare dell’emergenza sanitaria, l’interesse per i programmi di mobilità studentesca non è diminuito. La speranza e la fiducia dei giovani verso il futuro non va delusa. Tuttavia, la pandemia da Covid-19 è tuttora in corso e dunque la fattibilità del programma e l’effettiva partenza nelle date stabilite dipenderà dalla situazione sanitaria del momento. Le procedure di ingresso negli Stati Uniti saranno oggetto di accurata valutazione da parte di Intercultura che, sin dall’inizio della pandemia, ha attivato un servizio di monitoraggio costante. Banco Azzoaglio e Intercultura pongono infatti imprescindibilmente al centro dei propri programmi il benessere e la sicurezza dei partecipanti.

(Nelle foto da destra: Mara Ferrero, Erica Azzoaglio e Danila Andreis, a sinistra Nella Ceravolo)