"L’hai fatta prima di partire la tua donazione di sangue? E' lo slogan che l’Avis provinciale cuneese ha scelto per la campagna estiva di sensibilizzazione della popolazione alla donazione di sangue.

Oggi molti italiani si apprestano a partire per le vacanze per un meritato riposo. Coloro che non partono sono i malati negli ospedali, che di solito aumentano di numero durante l’estate. Molti di loro hanno delle malattie gravi, molto serie, e hanno bisogno di una trasfusione di sangue.

Si assiste così a un fatto altrettanto grave: a fronte dell’esodo dalle città degli italiani per le vacanze in montagna o al mare, molti pazienti devono rimandare i loro interventi o addirittura soffrire più a lungo per il sangue non disponibile.

Come società civile, non possiamo accettare un fatto di questo genere, che è un segno di grave inciviltà e trascuratezza. Le associazioni di volontariato hanno organizzato con il Ministero della Salute una campagna di sensibilizzazione dal titolo "Aiutaci a donare".

Vuol dire: parlate della donazione di sangue ai vostri amici se siete donatori e lasciatevi convincere dai vostri amici se non lo siete, perché non possiamo tollerare che la gente soffra per la vostra indifferenza, perché siamo "lontani".

Essere donatori di sangue significa testimoniare a se stessi, prima che agli altri, ma anche ai nostri famigliari e ai nostri amici, che noi siamo un soggetto particolare, un soggetto che ha capito in pieno il valore della convivenza civile, il valore del donare prima del ricevere.

Ecco, ci teniamo ad essere questo tipo di persone particolari: particolari nel bene, nel fare per gli altri, collaborare alla crescita della società italiana. In estate siamo...aperti per vacanze!

Per informazioni in merito alla donazione, si può contattare la segreteria provinciale (Via Schiaparelli 1, a Cuneo - 0171/66793) che potrà indicare la sezione Avis più vicina per effettuare la donazione di sangue".

Giorgio Groppo, presidente provinciale Avis