Si marcerà a passo lento, come lenti sono costretti a viaggiare gli ormai pochi treni che raggiungono Ventimiglia e Nizza. Si camminerà di stazione in stazione, fino a Limone, per protestare contro una situazione che si trascina ormai dal 2013. Da quella data, le corse sulla Cuneo-Nizza continuano ad essere soltanto due al giorno, andata e ritorno, con l’impossibilità per eventuali viaggiatori francesi e liguri di venire nel capoluogo e tornare a casa in giornata.

Il Comitato Ferrovie Locali si è sforzato in questi anni di tenere viva l’attenzione forte del consenso dei cittadini, come testimoniano le 25mila firme a favore della linea ferroviaria. Ancora una volta il Comitato chiama a raccolta i tanti sostenitori della linea classificata tra le 10 più belle tratte ferroviarie del mondo e li invita domenica 12 maggio a compiere una o più tappe della marcia che partirà dalla stazione di Cuneo alle 8.

La partecipazione, come specifica il Comitato Ferrovie Locali, coinvolge i sindaci delle valli, gli amministratori del Comuni interessati, i giovani ambientalisti dei "Fridays for future", artisti e musicisti tra cui l’associazione culturale Armonia, con il coinvolgimento del gruppo folk "La contessa 'd Mirafiur 'l so seguit", il trio di musica tradizionale “I Musicanti di Halanwa” insieme ai ballerini in costume delle Valli di Lanzo. Hanno aderito anche A Vastera-Uniun de tradisiun brigasche e Racines du pays Niçois.

Il programma

Ore 8: ritrovo presso la stazione di Cuneo
8,30-10,45: Cuneo-Borgo San Dalmazzo
11 -11,45: Borgo San Dalmazzo-Roccavione
12-13: Roccavione-Robilante
13-14: pranzo al sacco
14-16: Robilante-Vernante
16-18,30: Vernante-Limone
19.32: Ritorno in treno