CUNEO CRONACA - Il "Piano per la ripresa delle attività didattiche a settembre" della ministra Azzolina è arrivato. Il partecipato presidio di giovedì 25 giugno (LEGGI QUI) e la raccolta di oltre 150 firme in due giorni alla lettera indirizzata al sindaco di Cuneo e al Provveditore degli Studi di Cuneo dimostrano che la pazienza è finita.

Lo si legge nell'evento Facebook "Che fine ha fatto la scuola?", organizzato da Non Una Di Meno Cuneo, che prevede un'assemblea pubblica in programma martedì 30 giugno, alle 18,30, nei giardini della Casa del Quartiere Donatello di Cuneo (via Augusto Rostagni 27).

"Riaprire in presenza e in sicurezza la scuola a settembre significa recuperare con urgenza locali adatti in cui garantire il distanziamento fisico riadattando anche le strutture; finanziare un piano straordinario per l’edilizia scolastica; ridurre gli studenti per classe e quindi aumentare il personale".

(Locandina tratta dall'evento Facebook "Che fine ha fatto la scuola?")