ALICE MARINI - Difficile dare un'idea di ciò che è accaduto in neanche un anno di proteste e dibattiti sul tema del cambiamento climatico. Il primo sciopero per l'ambiente di Greta Thunberg, l'estate dei ghiacciai che si sciolgono a velocità impensabile e dell'Artico devastato degli incendi, una serie di grandi e piccoli mutamenti che toccano le nostre vite molto da vicino e cambiano le sorti di un Pianeta sull’orlo di un collasso ecologico senza precedenti.

L'edizione 2019 di Green Park Festival non può quindi che portare avanti un discorso che per molto tempo è stato quasi elitario, e trasformarlo in un'occasione per rivoluzionare completamente il nostro stile di vita in un'ottica sana, giusta e pulita. Nelle giornate del 14 e 15 settembre a Cuneo, nel parco “Lalla Romano” del quartiere San Paolo, sono attesi numerosi ospiti e iniziative che proveranno a dare una risposta concreta ai problemi che stiamo vivendo.

Il cambiamento climatico, che è il tema di quest’anno, sarà raccontato attraverso l'analisi scientifica e puntuale delle modificazioni in atto sul nostro Pianeta e sulla base dei 4 elementi essenziali: aria, acqua, terra e fuoco. Profondamente colpiti dall'azione dell’uomo, gli elementi stessi, una volta modificati, finiscono per colpire e cambiare il nostro stile di vita. Ed ecco che a Green Park Festival si forniranno dati sulla qualità dell’aria e si faranno considerazioni su scenari futuri con il meteorologo Paolo Bertolotto (Arpa Piemonte) e Alice De Marco (Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta); si andrà a lezione della natura per apprendere i principi della permacultura con l’agronomo barese Ignazio Schettini e si parlerà del consumo di suolo con Alessandro Mortarino (coordinatore nazionale del Forum Salviamo il Paesaggio); Angelo Tartaglia del Politecnico di Torino ci mostrerà i passi per la costituzione di una grande comunità energetica in Piemonte; sarà affiancato da Sara Capuzzo, presidente di ÈNostra. Infine l’acqua, in un maxi-convegno che raccoglierà gli interventi di Giulio Conte, Maurizio Battegazzore e Aristide Viero.

Come tutti gli anni, il festival sarà diviso in diversi settori: l'area Agri & Food, dedicata a realtà che promuovono la filosofia dell'alimentazione di qualità e consapevole. Inoltre, grazie alla collaborazione con la Confederazione Italiana Agricoltori (Cia) si realizzerà un vero e proprio "street food” contadino nel cuore verde della città. Smart & mobility Expo, dedicato alle aziende medio-piccole con particolare attenzione all’innovazione a favore dell’ambiente. Poi spazio a Salute & Benessere, Educazione, Associazioni e Artigianato. Grazie alla collaborazione con il Consorzio Ecologico Cuneese (Cec), al festival la gestione dei rifiuti sarà totalmente ecosostenibile.

Il festival inaugurerà ufficialmente venerdì 13 settembre, alle 18,30, con i saluti e la presentazione del programma. Sarà presente il presidente della Regione Alberto Cirio. Alle 19,30 "Agri-apericena" con prodotti locali e alle 21,15 proiezione del film "The Human Element". Sabato 14 e domenica 15 settembre il clou delle iniziative, dalle 10 fino a sera. Sabato, alle 21,15, si ballerà occitano con i Cél Dobért. Tra i laboratori, si segnalano la visita guidata all'ex caserma Montezemolo (sabato 14, ore 9,30) e lo sfalcio a mano con la manifattura Falci di Dronero (sabato dalle 18 alle 19, domenica dalle 16 alle 17).

Green Park Festival 2019 è organizzato dall'associazione WSF Collective, Comitato di quartiere San Paolo e l'associazione Di Piazza in Piazza, con il patrocinio di Regione Piemonte, Comune di Cuneo e Consulta giovanile di Cuneo e il contributo di Fondazione Crc. Main sponsor: Merlo. Media Partner: Cuneocronaca.it e Radio Stereo 5 Cuneo. Partner tecnici: Cia Agricoltori Italiani, MerCu, Varco (Visual Audio Recording Community), Pier H20, Cooperativa sociale Emmanuele, Spazio Mediazione Intercultura, Beertola, Birra Kauss, Equilibrium, Great Innova.

Alice Marini