Riceviamo dai carabinieri di Saluzzo e pubblichiamo: "I carabinieri della compagnia di Saluzzo, in provincia di Cuneo, hanno dato esecuzione a un provvedimento cautelare applicativo del divieto di dimora nel comune di Saluzzo e dell’obbligo di presentazione alla P.G., emesso dal Gip presso il Tribunale di Cuneo su richiesta della locale Procura, nei confronti di 5 africani, domiciliati temporaneamente in Saluzzo, ritenuti responsabili di detenzione e spaccio continuati di sostanze stupefacenti.

Le indagini, eseguite da luglio a settembre 2018 dal Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Saluzzo, hanno consentito di documentare l’esistenza di una frenetica attività di spaccio in un parco pubblico ubicato nel centro urbano di Saluzzo. Il luogo era infatti divenuto meta di numerosi assuntori, anche minori, che vedevano soddisfatte le proprie richieste di marijuana rivolgendosi ad uno o più soggetti di colore che si allertavano vicendevolmente in caso di controlli delle forze dell’ordine. La droga, prima di essere ceduta, veniva occultata all’interno di siepi o alla base di alberi presenti nel parco.

Nel corso dell’indagine venivano sequestrati oltre 40 grammi di marijuana e segnalati alla prefettura, quali assuntori di stupefacenti, 15 giovanissimi ragazzi. Inoltre, sempre durante i servizi predisposti dai carabinieri, veniva fermato un africano, originario del Senegal, risultato poi destinatario di un provvedimento definitivo di carcerazione e inottemperante ad un decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Cuneo nel luglio 2017".